Background Color:
 
Background Pattern:
Reset
en-USit-ITde-DE
en-USit-ITde-DE
Ricerca

A chi si rivolge

TToole si rivolge a tutti i formatori professionisti, e supporta la collaborazione e il lavoro di gruppo. I discenti non devono avere competenze o abilità particolari.

Chi conduce la sessione, attraverso il tablet, può declinare in più modi il ruolo di docente:

  • esponendo e argomentando i contenuti
  • favorendo la discussione, lo scambio di idee, il confronto tra gli allievi
  • lasciando emergere le questioni che il gruppo, spontaneamente, ritiene salienti nelle varie fasi; in questo caso il formatore svolge una funzione di supervisione del processo e di controllo del rispetto delle regole stabilite per l'interazione

Gli allievi, attraverso l'identificazione nella postazione, possono compiere azioni individuali: visionare le slide, consultare letteratura sulle tematiche trattate, prendere appunti, navigare in rete, dare un'opinione individuale a risposte di gruppo, esprimere la propria opinione rispetto alle scelte collettive; oltre a queste sono previste azioni di gruppo quali il brainstorming, e la fase di risposta collettiva.

Tutte le possibili azioni possono essere combinate tra loro per creare proposte formative diversificate che trovano una base comune nelle teorie costruttiviste. Si vuole favorire, attraverso un ambiente strutturato ad hoc, il ragionamento critico, la condivisione e il confronto e il realizzarsi di un processo di apprendimento significativo sia dal punto di vista del singolo che dal punto di vista del gruppo, sul piano delle competenze tecniche (legate all'assimilazione di nuovi contenuti) e delle competenze trasversali (legate alla dimensione relazionale, organizzativa e del problem solving)

Adottando TToole come strumento didattico è possibile dunque sviluppare percorsi che privilegino metodologie attente sia alla metacognizione, alla collaborazione, alla contestualizzazione dei temi, che all'incentivazione dell'azione autonoma e responsabile del singolo allievo e del gruppo, in cui il docente vede cambiare il suo ruolo: esso tende a diventare quello di facilitatore dei processi di apprendimento e dell'assunzione di consapevolezza rispetto alle dinamiche sociali e alle competenze organizzative.

Esempi di tali metodologie sono il collaborative e cooperative learning, il Problem e il Project Based Learning, la flipped classroom.

LIFELONG LEARNING

TToole si basa sui principi del Lifelong Learning o apprendimento permanente. Qui trovate un'analisi delle competenze che vengono sviluppate mediante la formazione ed il lavoro di gruppo.

Per saperne di più